I cookie ci aiutano a fornire in modo adeguato i nostri contenuti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. 

La candidatura, presentata da Italia, Francia e Svizzera nel 2018, è stata approvata all'unanimità nella XIV sessione del Comitato Intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco, in corso di svolgimento a Bogotá.

I lavori di BogotàL'alpinismo è stato nominato all'unanimità Patrimonio culturale immateriale dell'umanità, in occasione della XIV sessione del Comitato Intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco, in corso di svolgimento a Bogotà (Colombia).
Sono state Italia, Francia e Svizzera a presentare nel 2018 la candidatura per l'iscrizione nella lista dell'Intangible Cultural Heritage, evidenziando gli aspetti sociali e culturali della pratica alpinistica, nonché lo spirito internazionale che la contraddistingue da sempre. Un importante riconoscimento, dunque, per l'arte di scalare in maniera rispettosa dell'ambiente, ispirata da principi di solidarietà e libertà. Per l'Italia la candidatura è stata presentata dal Club alpino italiano, dal Collegio nazionale guide alpine italiane e dal Comune di Courmayeur.
Per il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti "si tratta di un risultato di grande rilievo, sia per il Club alpino italiano, che, avendo per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione (art. 1 dello Statuto), ha operato a tal fine, con il fondamentale apporto dei responsabili del nostro Museo Nazionale della Montagna, sia per il Club alpino svizzero e la Federazione francese dei Club alpini e di montagna, con cui abbiamo condiviso il progetto ed il percorso, unitamente alle corrispondenti Associazioni nazionali di Guide alpine ed ai Comuni di Courmayeur e Chamonix, le cui Amministrazioni hanno creduto per prime a questa idea che circolava da tempo tra gli alpinisti. Il tutto con la referenza e la collaborazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo".
Torti è convinto che "se da un lato questo riconoscimento internazionale contribuirà a dare visibilità all’alpinismo in quanto tale, dall’altro comporterà l’obbligo di adottare specifiche misure di salvaguardia. Ed è in questo che i Club alpini proponenti, italiano, francese e svizzero, al pari della Guide alpine e dei Comuni transfrontalieri, saranno tenuti ad azioni di sensibilizzazione verso i possibili nuovi aderenti, partendo dal presupposto che, ferma la libertà di accesso alle montagne, l’avvicinamento alla loro frequentazione richiede fasi di apprendimento e di accompagnamento, l’esatto contrario della superficialità con cui vengono pubblicizzati messaggi di avventura no-limits".
Per questo, già nella proposta a suo tempo sottoscritta, aggiunge il Presidente del CAI, "sono stati previsti una costante attività di prevenzione rispetto ai rischi legati alla banalizzazione delle attività e dei luoghi in cui si svolge ed il rafforzamento della vigilanza preventiva nell’attenzione all’ambiente".
Dunque, è la conclusione di Torti, "l’ingresso dell’alpinismo nel novero dei beni di valenza culturale comune all’umanità intera non va visto in un’ottica di mera catalogazione, per quanto prestigiosa, bensì con presupposti e prospettive che collimano integralmente con finalità e valori che ci appartengono sin dalla nostra fondazione".

Comunicato Club alpino italiano  (Fonte:  Notizie loscarpone.cai.it)

 

PROSSIME ESCURSIONI ED ATTIVITÀ SEZIONI CAI EST MONTE ROSA

E' la sintesi del programma che le Sezioni CAI Est Monte Rosa propongono a breve termine.
Il calendario completo con tutte le informazioni e con possibilità di selezione combinata per periodo, Sezione, attività e difficoltà di percorso è visibile in 'Calendario escursioni sezionali'.
Il programma esposto può subire variazioni o annullamenti (condizioni meteo avverse o altro).
Suggeriamo quindi a chi volesse partecipare, di informarsi visitando i siti internet delle Sezioni o telefonando alle segreterie sezionali o ai responsabili delle singole attività.

A causa dell'Emergenza Coronavirus le escursioni sociali devono rispettare regole precise che permettono di mantenere la sicurezza sanitaria.
Queste regole e accorgimenti, elaborate dalla Commissione centrale escursionismo, richiedono che ogni attività, anche se precedentemente approvata, dovrà essere nuovamente deliberata nella sua completezza dai Consigli direttivi sezionali.
Per questo motivo le escursioni programmate sono soggette a sospensioni, modifiche o annullamenti, si consiglia quindi di riferirsi alle indicazioni aggiornate dei siti sezionali.

Le attività del Club Alpino Italiano e le regole e accorgimenti da rispettare

DataSezioneAttivitàDescrizione

 
Novembre/
Dicembre
PallanzaAppuntamenti tradizionali Cena sociale
Data e luogo da definire
DicembreOmegnaEscursionismo Arriviamo con calma
DicembreGravellona ToceAppuntamenti tradizionali Pranzo sociale
5DicembreGozzanoAppuntamenti tradizionali Cena Sociale con premiazione Soci - sabato - nuova data evento
6DicembreNovaraEscursionismo culturale Santuario Mariano della Beata Vergine del Soccorso di Ossuccio.
13DicembreVarzoEscursionismo con ciaspole Escursione natalizia con auguri
13DicembreGozzanoAppuntamenti tradizionali Santa Lucia in Barro con pranzo
16DicembreVerbano IntraAttività culturali Serata di condivisione di fotografie a cura del Gruppo Foto CAI Verbano - Fotografi: da proporre.

Partita I.V.A.  01925170035